La spiaggia

Mare, mare, mare, l'ho desiderato per tutto l'inverno, la primavera quest'anno sembrava non arrivare mai. E' stato un maggio odioso, non smetteva mai di piovere, attendevo quelle prime giornate di caldo che non arrivavano mai ed ora finalmente possiamo uscire. Claudio oggi mi ha voluto portare in una spiaggia nuova, strano visto che normalmente andiamo sempre in un bel posticino piuttosto isolato dove posso tranquillamente mettermi in topless e se siamo lontani da occhi indiscreti anche divertirci un pò. Qui vedo gente, tanta gente, non è da Claudio ma mi fido di lui, mi ha sempre trovato bei posti, poi anche se c'è gente fa nulla anzi meglio, adoro fare esibizione, mostrare in toto le mie curve, me lo posso permettere. Camminiamo, camminiamo, "Claudio ma non va bene anche qui?" "Tranquilla Veronika, ancora un po' e siamo arrivati". Intanto più andiamo avanti più la spiaggia cambia, la gente diminuisce, si vedono sempre meno bambini, meno famiglie, sempre meno ombrelloni ed aumentano i topless. Effettivamente la zona anche diventa sempre più isolata ma... quello è nudo??? Completamente nudo... ed anche il suo amico... 

Vuoi vedere che ha trovato una spiaggia naturista? Non ci sono oramai dubbi, qui è frequentato solo da adulti, molti ragazzi e uomini, qualche coppia o gruppetti di coppie. Il mare è bello, sembra molto pulito. "Veronika siamo arrivati possiamo anche fermarci qui se vuoi" Il posto è tranquillo, devo dire bello, ci siamo un po' isolati ma non troppo, poi ogni tanto passa qualche "guardone" dalle spiagge vicine, portarsi la moglie no e? Piantiamo l'ombrellone, maxi asciugamano in posizione, via canotta, via pantaloncini, via reggiseno, gli slip per ora me li tengo devo abituarmi un po' al posto e prendo a leggere il mio libro, intanto Claudio si denuda completamente neanche fosse a casa sua, e si sdraia sull'asciugamano non prima di aver posizionato il frigo sotto l'ombrellone e preso i suoi passatempi cartacei. Arriva un'altra coppia, più giovane di noi, si posiziona a qualche metro da noi, sembrano tranquilli, anche lui con nonchalance si denuda completamente mentre lei resta in topless. Devo dire una bella coppia, lui sembra ben messo li sotto quasi quanto Claudio e dalla sua ha dei bei addominali, mentre lei sembra una 25enne con un fisico perfetto, non sarebbe male conoscerli anche se mi sembrano un po' troppo sulle loro. Nel frattempo si susseguono passeggiate avanti ed indietro di uomini solitari, mi piace sentirmi osservata anche se la modella qui a fianco attira un po' più l'attenzione. Si avvicina un ragazzo di colore, speriamo si fermi qui, speriamo si spoglia, sono curiosa. Ed eccolo che si mette nel mezzo fra noi e la coppia di ragazzi, si spoglia, beh devo dire che non si smentisce, ha un bel fisico, come si può dire... una marcia in più... 

Claudio, intento nei suoi cruciverba, stacca un attimo gli occhi dal settimanale osserva la situazione per poi riprendere a scrivere qualcosa. Fa caldo il tempo passa, vedo quel ragazzo sempre più preso da quella lei di coppia, a me piace farmi notare, devo fare qualcosa; lascio il libro, mi alzo, mi tolgo gli occhiali e mi piego per poggiarli vicino al libro, stando ben attenta a direzionare i miei glutei verso il "Colored", che, finalmente gira lo sguardo verso le mie curve gustandosi i miei glutei che non riescono a nascondere il mio seno completamente esposto verso il basso. Mi rialzo ed entro in acqua tuffandomi velocemente; E' fredda ma si sta bene, ci voleva proprio, qualche minuto e torno al mio posto, il costume è bagnato, piuttosto che asciugarlo preferisco toglierlo tanto qui non è un problema. Sempre con i miei modi, mi chino e lentamente tolgo quell'ultimo pezzo di tessuto che mi era rimasto, notando che ora gli occhi di un po' tutti erano protesi verso il mio posteriore ma soprattutto che qualcosa li sotto al singolo stava crescendo. Con tutta calma ed anche facendo finta che lo slip non scivolava per bene, mi rialzo, poggio il perizoma sull'ombrellone per farlo asciugare e torno in posizione libro. Seduta sull'asciugamano, mi rimetto gli occhiali e riprendo a leggere lasciando il fianco al mio pubblico. Sotto i miei grossi occhiali da sole scuri noto che tutto torna come qualche minuto fa con la ragazza sdraiata li a prendere il sole e farsi notare ed il ragazzo di colore che passa lo sguardo, come il pubblico di una partita di tennis, un po' a destra, un po' a sinistra. Vedere che effetto avevano fatto i miei glutei mi aveva eccitato non poco, dovevo fare qualcosa per risvegliarlo e capire se riuscivo ad essere più attraente di una perfetta modella 25enne. Lascio il libro e mi sdraio completamente direzionando i miei piedi verso il singolo, lui comincia a guardare con più vigore cercando di entrare con lo sguardo tra le mie cosce. Quando notavo che stava per distogliere lo sguardo allargavo leggermente le gambe e lui ricominciava spudoratamente a farsi ipnotizzare da me. Il suo giocattolo però ancora non dava malto segni di gratitudine allora decido di alzare le ginocchia restando sempre sdraiata e lentamente le aprivo e le richiudevo. Li il suo pene non ha più retto, è diventato grosso quasi quanto una lattina e lungo, veramente lungo; lui provava a coprirsi un po', era indecente ed allo stesso tempo spettacolare, avevo fatto colpo, ero riuscita a prendere il suo controllo, e non mi andava di lasciarlo stare. Mi giro, mi inginocchio ed a gattoni dandogli perfettamente le spalle, mi avvicino a mio marito. Claudio è li che si è goduto tutta la scena, con il suo membro completamente sveglio, mi guarda: "Come posso non eccitarmi quando tu fai troia così" Ero andata per vedere se riuscivo a provocarlo ma lui era già pronto per me. Ci alziamo ed entriamo in acqua, Claudio non resiste, mi vuole, ed io ho voglia, tanta voglia. 

Proviamo a non dare all'occhio ma è difficile, se sull'acqua ridiamo e facciamo finta di niente sott'acqua siamo attaccati, tenendomi ben stretto quell'arnese tra le mie gambe. Il singolo dopo qualche titubanza si fa coraggio ed entra in acqua, furtivamente prova ad avvicinarsi fingendo di nuotare, si ferma vicino a noi. Con l'aiuto delle onde è sempre più vicino fino a sfiorarmi a toccarmi. Claudio sa quanto desidero essere padrona di un ragazzo di colore e lascia che le cose procedono tranquillamente, nella nostra intimità avevamo spesso fantasticato di mettere un bel singolo nero, con un pene enorme, fra di noi e questa era l'occasione. Cerco lo sguardo di Claudio che mi vede ed ha già capito, mi avvicino a lui e lo abbraccio, Claudio comincia a baciarmi, io chiudo gli occhi gustandomi quel bacio ed allungo lentamente i miei fianchi verso il ragazzo che vede il mio culo avvicinarsi al suo pene sempre di più, finchè inequivocabilmente lo inarco allargando le gambe sott'acqua. Non doveva fare altro che infilarlo nella vagina già pronta e ben lubrificata poco prima da Claudio. 

Qualche attimo ed eccolo che entra, sempre di più, sempre più a fondo; Stringo d'istinto Claudio che continua a baciarmi, il ragazzo comincia il movimento avanti ed indietro, io vorrei non attirare troppo l'attenzione, provo a girare lo sguardo verso di lui ed a sorridere ma è tutto troppo bello, lo sento tutto dentro e mi sta facendo impazzire. Resto ancorata con le mani alle spalle di Claudio e noto in acqua il suo pene bello grosso e pronto, stacco una mano e la infilo in acqua stringendolo e tastando quanto sia diventato duro; è una pietra. Vedo il ragazzo che non resiste, sta per venire e d'istinto lo tolgo e mi avvinghio a Claudio girandogli le gambe intorno prendendomelo tutto, 

lui spinge, prova a muoversi in acqua dando piccoli colpi molto forti per farmelo sentire fino in fondo, io godo e Claudio viene mentre il ragazzo finisce da solo. Resto per un po' ferma abbracciata, incollata al mio Claudio, ancora con il suo sesso dentro di me ma immobile al calduccio. Il ragazzo lentamente si allontana, noi restiamo li, le onde ci cullano e noi ci godiamo il momento. Passa qualche minuto e torniamo sotto l'ombrellone, il ragazzo è andato via, la coppia continua la sua esibizione, noi torniamo ai nostri passatempi di carta decisamente più soddisfatti ed appagati consapevoli che lo spettacolo odierno è stato di gradimento a tutti.